Il Grigionitaliano
 
 
Il Grigionitaliano, composto dalla Bregaglia, dalla Calanca, dalla Mesolcina e dalla Valposchiavo, è politicamente parte integrante del Cantone dei Grigioni dal XV secolo, senza però essere una giurisdizione amministrativa a sé stante.

Per dare forma all’assente unità territoriale e in difesa della lingua e della cultura italiana nel Cantone dei Grigioni nel 1918 venne creata la Pro Grigioni Italiano.
Sul basse del concetto di territorialità, il Grigionitaliano forma con il Canton Ticino la Svizzera Italiana. La sua popolazione è di circa 13’600 abitanti, pari al 7.3% di quella cantonale (dati 2000), mentre il suo territorio rappresenta il 15% di quello cantonale. Il numero degli italofoni in tutto il Cantone dei Grigioni è circa 19’000, ovvero il 10% della popolazione cantonale.

Le attività economiche più importanti nel Grigionitaliano sono nel settore terziario, in special modo il turismo. Data la conformazione geo-morfologica, le forze idriche sono un importante ambito d’impiego per i grigionitaliani. In Valposchiavo la Ferrovia Retica offre pure un buon numero di posti di lavoro, mentre la posizione geografica del Moesano fa sì che numerose persone siano attive professionalmente nel Canton Ticino. L’Engadina invece è di fondamentale importanza per l’economia delle piccole imprese e degli artigiani bregagliotti e valposchiavini.
 

Calendario eventi


Diamo voce ai volontari

SachaZala12
Sacha Zala

Io mi impegno per la Pgi perché…

la Pgi è l'anima del Grigionitaliano.