Fabula: la seconda vita del «Compendio»
Rivisitazione del Compendio Storico della Valle Mesolcina

fabulaFlavio Stroppini e Monica De Benedictis danno una seconda vita all'opera scritta nel 1836 da Giovanni A. a Marca, con il progetto Fabula, che riporta all’ascolto i racconti della Valle, utilizzando le risorse tecnologiche odierne.  Attualmente su RETE DUE e prossimamente promosse nelle scuole del Moesano.

Il progetto riprende, reinterpreta i testi del Compendio e racconta una valle spazzata da venti settentrionali, incastonata tra le montagne più alte della Rezia. Ricca di ghiacciaie, laghetti e sorgenti. Ricca di cristalli e pietre e ori. Popolata da fagiani, orsi, lupi e bestie. Colonizzata con la fatica da uomini vivaci e donne lavoratrici. 2600 anni di storia, 172 personaggi in cinquanta radiodrammi che ripercorrono la storia fino a i giorni nostri.

Fabula attinge a un mosaico di fatti storici, dicerie e leggende raccontati per secoli e secoli e pubblicati quasi due secoli fa in questo libro eccezionale, che è disponibile in download gratuito su internet, ma è stato perlopiù dimenticato. Chi siamo se non ricordiamo? Quale identità possiamo avere se non conosciamo le nostre origini? Per secoli e secoli queste storie sono state raccontate attorno a un camino, nelle piazze, nei consigli di paese, camminando da un luogo all’altro, nei bivacchi, nelle capanne e ai bambini primi di dormire.

Fabula è il ritorno alla forma orale. Come nell’antichità le storie si trasformavano passando di narratore in narratore (un pesce diventava un balena, un ratto un elefante, un rigagnolo il mare), gli episodi di fabula propongono una nuova “versione originale” dei racconti. Così fatti storici diventano pettegolezzi e liti tra vicini diventano battaglie. Fabula si affranca dal racconto letterario e dal saggio storico rielaborando il patrimonio identitario della Valle che diventa metafora dell’intero arco alpino. Fabula attualizza il “Compendio storico della valle Mesolcina” aggiungendo nuove storie che trasportano la narrazione ai giorni nostri.

Questi radiogrammi sono attualmente in onda sulla RETE DUE della RSI (dal 19 giugno al 25 agosto alle 07.05) e il progetto sarà presentato nel Castelgrande di Bellinzona durante il Festival di teatro in spazi urbani Territori il 15 luglio alle 15.00.

La Pgi Moesano promuoverà in Mesolcina e in Calanca i radiogrammi di Fabula nel corso dei prossimi mesi, in collaborazione con le scuole per far conoscere ai ragazzi il passato sotto forma di ...fiaba. Ve ne riparleremo a tempo debito!


Per ulteriori informazioni sul progetto, consultate il sito www.nucleomeccanico.com

 

Calendario eventi


Diamo voce ai volontari

MarcoZanetti12
Marco Zanetti

La Pgi è …

la consapevolezza dei nostri valori culturali.