I canti improvvisi della poetessa Amarilli Etrusca
Coira, Alta scuola pedagogica dei Grigioni, 19 gennaio 2012, ore 18.30

Amarilli-EtruscaIl 2012 si apre con un evento che prende spunto dal tema annuale 2012 "Le donne nel Grigionitaliano"; la Pgi Coira è lieta di presentare il dottorato di ricerca della Dr. Franca Caspani Menghini dedicato alla poetessa lucchese Teresa Bandettini, nota in Arcadia con il nome di Amarilli Etrusca.

Nata nel 1763, già da bambina dimostra interesse e passione per la scrittura e la letteratura. Il padre agostiniano Papera, accorgendosi delle sue grandi potenzialità, riesce a convincere la madre a permettere alla giovane di dedicarsi liberamente alle sue passioni, aiutando economicamente la famiglia. In effetti la strada designata dalla madre non è quella di letterata, ma bensí quella di ballerina, mestiere che le permetterebbe di garantire sostentamento alla famiglia. Nel 1786 Bandettini pubblica la sua prima raccolta di poesie e nel 1789 pone fine alla sua carriera di ballerina per dedicarsi completamente alla poesia improvvisata. Entra a far parte dell’Accademia Arcadia con il nome di Amarilli Etrusca e la sua arte la rende famosa in tutta la penisola italica.

Tommaso Trenta, concittadino della Bandettini, scrisse un memoriale circa le sue opere, lasciando un’eredità molto importante. Partendo dai manoscritti di Trenta è stato infatti possibile allestire un’edizione delle poesie di Amarilli Etrusca, comprendente l’edizione critica di 125 improvvisi nel periodo di fine Settecento e un commento corredato da un’articolata analisi testuale. L’edizione di questa raccolta è di grande valenza poiché rende a stampa una considerevole ed inedita collezione di testi estemporanei di Teresa Bandettini (125 poesie, di cui ben 88 non erano mai state pubblicate) e poiché le note esplicative del Trenta hanno reso possibile la ricostruzione del modo in cui venivano organizzate e svolte le sedute di improvvisazione.

L'incontro, a cui parteciperà anche la Prof.Dr. Tatiana Crivelli, docente di Letteratura italiana all’Università di Zurigo e presidente della Commissione collana letteraria della Pgi, verterà proprio sulla vita e la produzione estemporanea della poetessa lucchese, nonché sul fenomeno dell’improvvisazione e sull’analisi degli improvvisi bandettiniani.

Al termine sarà offerto un aperitivo.

L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Alta scuola pedagogica dei Grigioni.

Locandina dell'incontro
 

Calendario eventi

grigionitaliano.ch