I Fantasmi di Ciäsa Castelmur
Stampa, Castelmur, sabato 22 giugno 2019, ore 20.30

palazzo-castelmur-bregaglia-engasin-turismo-1500x1000Una manifestazione il cui filo conduttore prende spunto dall’ «Antologia di Spoon River» di Edgar Lee Masters. Adatta a un pubblico di adulti e bambini, per la regia di Paolo Pollio.

 

 

Uno spettacolo originale, unico nel suo genere, che parte dall’iniziativa di un corso di teatro per adulti che si sono cimentati con Edgar Lee Masters.

La location è quella di Palazzo Castelmur. L’evento si terrà sabato 22 giugno, alle ore 20 e 30. Alla regia ci sarà l’attore Paolo Pollio, non nuovo a manifestazioni di questo tipo in Bregaglia. Attore, insegnante di teatro e del metodo Feldenkrais, spiega così questa nuova produzione: «Lo spettacolo “Sulle sponde di un fiume, un verso…”, nasce da un’idea che con il passare dei giorni è stata mutata, trasformata, cambiata proprio dallo scorrere del tempo così come le acque di un fiume attraversano il suo letto e senza che ci sia una reale percezione il fiume cambia, si trasforma pur restando sempre lo stesso».

La manifestazione prende spunto da un testo peculiare di Edgar Lee Masters: l’Antologia di Spoon River. Si tratta di una raccolta di poesie in verso libero che lo statunitense Edgar Lee Masters pubblicò tra il 1914 e il 1915 sul Mirror di St. Louis. Ogni poesia racconta, in forma di epitaffio, la vita dei residenti di  Spoon River, un immaginario paesino del Midwest statunitense, sepolti nel cimitero locale. Lo scopo di Masters è soprattutto quello di demistificare la realtà di una piccola cittadina rurale americana.

Ecco cosa ci possiamo attendere da questo spettacolo, secondo le parole del regista:  «In scena ci sarà un fiume, vero o finto che sia non è granché importante. La cosa importante sarà vedere il passaggio, l’attraversamento del fiume da una parte all’altra cosa comporterà per le figure umane e non che popoleranno il salone del Palazzo Castelmur idealmente trasformato in un paese non meglio definito che potrebbe, vorrebbe essere il paese di ogni di noi».

Figure umane e non umane, dunque, un Palazzo che diventa un paese, un fiume che forse sarà immaginario o che improvvisamente diventerà reale.

«Racconteremo la vita di alcuni personaggi che definiscono la società di un luogo e della propria cultura e per cultura intendo le usanze, le tradizioni che definiscono non solo il carattere di una persona ma quello della sua intera comunità di appartenenza. Cercheremo di essere semplici e diretti, velati da una coltre di mistero», conclude Paolo Pollio.

BIOGRAFIA

Paolo Pollio attore, regista, insegnante del metodo Feldenkrais. Studia e lavora con Armando Pugliese, Massimo Foschi, Dacia Maraini, Isa Danieli, Francesca Archibugi, Enzo Moscato, Walter Mafrè, Giuseppe Manfridi, Spiro Scimone, Michele Placido, Vinicio Marchioni, Claudio Bisio, Kim Rossi Stuart e tanti altri. Studia teatro, consapevolezza del movimento e scrittura creativa perché è convinto che un attore debba conoscere, saper controllare e saper scrivere anche senza le parole.

L’ingresso allo spettacolo costa 10 fr. ed è gratuito per i bambini.

Per maggiori informazioni:

bregaglia@pgi.ch

Locandina

 
 

Calendario eventi

grigionitaliano.ch