Il Gran Consiglio retico vuole sostenere l’informazione in italiano
Giunge al traguardo un altro «cavallo di battaglia» della Pgi e di infoGrigione

Albertin-1

Rafforzare la comprensione tra le comunità linguistiche dei Grigioni. È questo l'obiettivo dell'incarico presentato lo scorso dicembre con la firma dell'on. Daniel Albertin e di numerosi altri deputati.

Nella seduta di martedì 21 aprile, il Gran Consiglio ha votato a favore dell'incarico con 49 voti contro 45, chiedendo che l'ampliamento del mandato dell'Agentura da Novitads Rumantschas (ANR) con un servizio d’informazione in italiano sia realizzato anche senza un maggiore sostegno finanziario da parte della Confederazione, eccezione che era invece stata proposta dal Governo nel suo messaggio di risposta all'incarico.

Dopo il propizio voto di lunedì sull'inammissibilità dell'iniziativa che chiedeva l'abolizione dell'insegnamento dell'italiano nelle scuole elementari del Grigioni tedescofono, la Pro Grigioni Italiano e infoGrigione possono nuovamente dichiararsi pienamente soddisfatte, vedendo che una richiesta con lungimiranza sostenuta ormai da diversi anni ha finalmente incontrato il consenso politico che le era dovuto.

L'incarico Albertin ha fatto seguito a un’interrogazione presentata al Consiglio federale dall'on. Silva Semadeni sulla situazione dell’informazione per e dai Grigioni di lingua italiana. L’atto parlamentare rilevava due gravi carenze: constatava, anzitutto, che ai media grigionitaliani manca in larga parte una base d’informazione elaborata in lingua italiana a riguardo dell’attualità politica, economica e culturale di rilevanza cantonale; parallelamente osservava che, a loro volta, i media tedescofoni e romanciofoni non dispongono di informazioni circa l’attualità e la realtà delle regioni grigionitaliane.

Tali carenze – rilevate in forma più ampia anche dal Consiglio d’Europa come pure dalla Commissione federale dei media – nuocciono gravemente e in maniera reciproca alla comprensione tra le diverse comunità linguistiche che contraddistinguono la Svizzera e il Cantone dei Grigioni. Tuttavia mentre la comunità di lingua romancia – grazie all’ANR – dispone già da tempo di un’agenzia che fornisce notizie a svariati media, la minoranza grigione di lingua italiana non dispone di un analogo servizio. Una realistica possibilità di colmare questa grave lacuna può dunque consistere – come richiesto sia dall’on. Semadeni sul piano nazionale, sia dall’on. Albertin sul piano cantonale – in un ampliamento del mandato di prestazione dell’ANR.

La Pgi e infoGrigione esprimono il loro pieno apprezzamento per questa importante decisione del Gran Consiglio retico in favore dell’informazione in lingua italiana e sulle regioni di lingua italiana. In questi ultimi anni infoGrigione si è infatti ripetutamente rivolta all’Ufficio cantonale della cultura come pure all’Ufficio federale delle comunicazioni con la richiesta di un sostegno finanziario per i media grigionitaliani, finora ingiustamente esclusi da qualsiasi aiuto.

Il Sodalizio e infoGrigione colgono infine l’opportunità per ringraziare il primo firmatario dell’incarico on. Daniel Albertin, nonché i suoi colleghi Alessandro Della Vedova – come presidente della Deputazione grigionitaliana – e Dario Monigatti per il grande lavoro di persuasione svolto in Gran Consiglio per portare vittoriosamente al traguardo questa fondamentale iniziativa a sostegno dei media grigionitaliani.

Per ulteriori informazioni:
Giuseppe Falbo, Pgi, giuseppe.falbo@pgi.ch / +41 81 252 86 16;
Danilo Nussio, infoGrigione: danilo@nussio.ch / +41 79 349 33 20.
 

Calendario eventi

grigionitaliano.ch