Verso la luce: visita guidata al Museo Segantini
St. Moritz, Museo Segantini, 4 settembre 2014, ore 20

1920px-Giovanni Segantini 001 copiaEnnio Emanuele Galanga propone una visita guidata esclusiva al Museo Segantini. La serata promossa dalla Pgi ripercorrerà l’itinerario pittorico del grande maestro delle Alpi.

Dopo una pausa estiva gli appuntamenti culturali organizzati dalla Pro Grigioni Italiano in Engadina riprendono con un incontro dedicato all’arte.

Protagonista del primo giovedì di settembre è Giovanni Segantini (1858 – 1899), il rinomato pittore che scelse il Canton Grigioni - prima Savognin e poi Maloggia e Soglio - come patria d’elezione, e che forse meglio di tutti riuscì a rappresentare la poesia dei nostri paesaggi alpini.

Verso la luce è il titolo scelto da Ennio Emanuele Galanga per la visita guidata che delineerà il percorso dalla Brianza a Savognin, fino all’Engadina e alla Bregaglia.
Seguendo l’itinerario pittorico di Segantini, Galanga presenterà l’artista nell’ambiente culturale di fine Ottocento. Si parlerà dunque delle correnti artistiche che ne segnarono l’opera, come il Naturalismo, il Divisionismo e il Simbolismo, con riferimenti a temi letterari e filosofici operanti o richiamati dall'opera segantiniana. Saranno segnalate, in particolare, liriche dell’amico Giovanni Bertacchi, di Gabriele d’Annunzio, che volle ricordarne i motivi ispiratori, e di Luigi Illica, che influenzò direttamente alcune tele.

La più ricca collezione di opere segantiniane sarà così posta sotto una luce capace di stimolare anche chi già ben conosce il museo.

L’appuntamento è per giovedì 4 settembre 2014 alle ore 20 presso il Museo Segantini di St. Moritz (Via Somplatz 30).

Giovanni Segantini, nato ad Arco (Trento) nel 1858, iniziò la carriera artistica all’Accademia di Brera a Milano, dove aprì il primo atelier nel 1880. Trasferitosi poi in Brianza, giunse nei Grigioni nel 1886 e vi rimase con la famiglia fino alla morte nel 1899. Noto soprattutto per i suoi dipinti realizzati con tecnica divisionista, compose ampie tele, caratteristiche per i tagli prospettici e per la luminosità cristallina, nonché per la coesistenza fra Naturalismo e Simbolismo.

Ennio Emanuele Galanga, docente di materie umanistiche alle scuole superiori, è specializzato in didattica del testo letterario. Da sempre affianca all’insegnamento un’intensa attività culturale. Tra le pubblicazioni più recenti: Come dice il poeta, Vallardi 2008, Per un'idea della Rezia (poesie di Grytzko Mascioni), Villa di Tirano 2013, Il breve incanto, Associazione Micologica Retica 2014.

*Per motivi organizzativi è richiesto l’annuncio all’indirizzo engadina@pgi.ch o al numero +41 (0)81 839 03 41 entro il 1° settembre. Ingresso: CHF 5.

Pagina web Museo Segantini

Locandina

 

Calendario eventi

grigionitaliano.ch