Stop alla discriminazione, più sostegno per l’italiano
Questo l’appello del Consiglio d’Europa sulla situazione nei Grigioni

Consiglio-Europa-3La Pgi accoglie con viva soddisfazione le raccomandazioni del Consiglio d’Europa all’indirizzo della Svizzera per l’applicazione della Carta europea delle lingue regionali e minoritarie.


 

A conclusione del sesto rapporto periodico del Consiglio d’Europa, pubblicato giovedì 15 dicembre 2016, la prima delle tre raccomandazioni espresse riguarda infatti l’italiano nel nostro Cantone, con l’invito alle autorità a «continuare a promuovere l’uso dell’italiano nell’amministrazione e nel settore pubblico dotato di mandato cantonale nei Grigioni», con esplicita menzione – per esempio – del settore sanitario.

Sulla base delle informazioni fornite dalla Pgi, gli esperti del Consiglio d’Europa segnalano che «la conoscenza dell’italiano del personale amministrativo del cantone è insufficiente in numerose aree, tra cui quella dell’amministrazione centrale» e soprattutto che «le procedure di reclutamento delle istituzioni cantonali sono discriminatorie verso chi parla italiano». In vista della stesura del settimo rapporto le autorità sono perciò invitate a fornire informazioni pertinenti a questo riguardo, indicando le misure nel frattempo intraprese per correggere la situazione.

Per informazioni: Giuseppe Falbo, info@pgi.ch - 081 252 86 16.

 

Calendario eventi


Diamo voce ai volontari

GiancarloSala12
Giancarlo Sala

Mi impegno per la Pgi perché…

l'italiano è in difficoltà nel resto della Svizzera.